Lavoro e Storia

Al tempo in cui i nostri politici erano baldi giovani ed il nostro ministro dell'economia diceva a se stesso cosa avrebbe voluto fare da grande era facile per tutti i nostri predecessori decidere con quale lavoro avrebbero determinato i propri destini.
Un ragazzo fornito di buoni propositi decideva di continuare gli studi e stabiliva quali andassero bene per lui. "Voglio fare il medico, l'ingegnere, il chimico, il commerciante, il professore" ; bastava solo perseguire i propri obiettivi. Oggi nel nostro, forse è meglio dire loro mondo del futuro, perché a noi proprio non appartiene se non per gli effetti, in quel mondo globalizzato non basta più raggiungere quegli obiettivi per intuire la tua strada. Devi inventarti qualcosa per essere competitivo o meglio semplicemente LAVORARE, quasi come un moderno Leonardo Da Vinci. Forse la storia non lo ha specificato, ma vuoi proprio vedere che anche lui era un assunto "a progetto"?!...un Co.Co.Co. ante litteram?! Oggi devi per forza studiare qualcosa di originale se vuoi lavorare in questo mondo competitivo dove non esistono più le regole del gioco.
Se non sei capace di studiare qualcosa di originale, forse le tue braccia e la tua mente sono utili per la costruzione della piramide nei nostri moderni cantieri chiamati "Call Center" .

2 commenti:

Salvatore Mulas ha detto...

anche il tuo blog e carino !

ciao!

Mark ha detto...

ciao,bel blog mi piacerebbe fare uno scambio link,questo è il mio:

http://mark-be.blogspot.com/
IL BLOG DELLA SIMPATIA
fammi sapere