Lavoro o Università

"Ciao Ciù finalmente mi sono diplomato...soltanto che adesso non so cosa devo fare?! Mi dovrei iscrivere all'università o dovrei cercare un lavoro. "
Ciao caro amico non sono la persona migliore per consigliarti, io stesso non sono ancora del tutto sicuro che la scelta fatta sia stata la più giusta. Se vuoi puoi dare un'occhiata alle statistiche nazionali dell' ISTAT:
  • Diplomati del 2001 - Italia - Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati - Indagine 2004. Clicca qui
  • Diplomati del 2001 che hanno iniziato un lavoro continuativo dopo il diploma - Italia - Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati - Indagine 2004. Clicca qui
  • Intervallo di tempo medio (in mesi) intercorso tra il diploma ed il primo lavoro continuativo dei dipl. che hanno iniziato un lavoro continuativo dopo - Italia - Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati - Clicca qui Indagine 2004.
  • Laureati del 2001 - Italia - Indagine laureati - 2004. Clicca Qui
  • Laureati del 2001 che hanno iniziato un lavoro continuativo dopo la laurea - Italia - Indagine laureati - 2004. Clicca qui
  • Tempo medio (mesi ) di inserimento nel lavoro dei laureati che hanno iniziato un lavoro cont. dopo laurea - Italia - Indagine laureati - 2004. Clicca qui
  • Reddito medio dei laureati che lavorano in modo continuativo - Italia - Indagine laureati - 2004. Clicca qui
  • Reddito mensile medio dei diplomati che nel 2004 svolgono un lavoro continuativo a tempo pieno iniziato dopo il diploma - Italia - Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati - Indagine 2004. Clicca qui

Adesso al di là di queste statistiche che agli occhi di un ragazzo che deve scegliere la propria strada, a volte risultano troppo sterili, è doveroso dire che la prima considerazione da fare in procinto di tale decisione è :
  1. Analizzare bene il contesto lavorativo in cui si vive e quali sono le possibilità che la vostra città vi offre (domandate, guardatevi attorno).
  2. ...successivamente guardarsi bene dentro e cercare di capire quale siano i propri desideri lavorativi, individuati, è sufficiente percorrere la strada per il loro soddisfacimento.
  3. ... se invece non conoscete la strada che vorreste intraprendere, l'unica cosa che non bisogna fare è "stare con le mani in mano"...lavorate, proseguite gli studi, fate dei corsi professionalizzanti, degli stage, ma non rimanete seduti sulla seggiola...oltre che a pentirvene in futuro, poi vi accorgerete che qualsiasi cosa voi avrete fatto servirà.

3 commenti:

Lloyd ha detto...

Quello che posso dire è che la cosa migliore è di cercare di farsi piacere il proprio futuro, non in senso pessimistico, ma nel senso che devi scegliere soprattutto in base a ciò che sono i tuoi interessi..
Non credo che sia giusto intraprendere una facoltà universitaria tanto per avere un pezzo di carta in più, ma va fatto se hai qualche interesse da voler coltivare e verso cui indirizzare il tuo futuro lavoro..
naturalmente non c'è mai niente di certo..
Io studio medicina e chirurgia,..non è certo una passeggiata,..considerando il fatto che fino a 25 anni non guadagnerò un euro che sia uno (anci..ne devo spendere parecchi x libri tasse universitarie ecc..), da 25 anni a 30 anni avrò un rimborso di 960 euro al mese (con i quali devi pagarti la specializzazione universitaria, l'iscrizione all'ordine dei medici, l'assicurazione dei medici.. dunque tolte queste spese mi rimarranno 200 euro al mese circa..vuol dire che dovrò dipendere ancora dai miei genitori fino ai 30 anni!!!)
Però a me piace, e dunque vado avanti cosi sapendo che comuqnue sarà dura...
Purtroppo in Italia è tutto piu difficile per noi giovani, e poi per i ragazzi del sud ancora di più, però da un lato saremo più "temprati" dalle difficoltà..
Quello che ti posso consigliare è di cercare di capire se c'è qualche facoltà che ti può interessare,..se nn ti interessa proprio continuare a studiare allora buttati nel lavoro,..se degli interessi ce li hai, ma non sei cosi deciso verso una disciplina, prova una facoltà 3 +2 cosi male che va ti fai solo i 3 anni che comunque ti renderanno dottore..
ci sono molte facoltà interessanti e non molto impegnative che però danno possibilità lavorative una volta conseguita la laurea, ad esempio scienze della comunicazione , la fanno la mia ragazza e dei miei amici,..è molto interessante e da prospettive di lavoro,..inoltre non è tanto pesante e puoi permetterti di lavorare e studiare (almeno part time)..

in bocca al lupo!

ilcatanese ha detto...

ilcatanese ringrazia per il tuo commento. A presto!

uniroma.tv ha detto...

Laureati e laureandi: qual'è il loro futuro? Quante possibilità hanno di trovare lavoro in Italia? Ma soprattutto, quanto vogliono rimanere in Italia?
Per scoprire le risposte degli studenti di Tor Vergata visualizzate il video "Laureati e laureandi: quali sono i loro sogni?"
al link http://www.uniroma.tv/?id_video=15970.

Ufficio Stampa di Uniroma.TV
info@uniroma.tv
http://www.uniroma.tv